Con i trekking a piedi, diamo la possibilità a qualunque passante, di trascorrere bellissime giornate immersi in un mondo incontaminato come il Supramonte e il Gennargentu.

Mufloni e cinghiali, aquile e falchi, peonie e orchidee, lecci e ginepri, sono i veri “ingredienti” di una montagna dalle mille sfumature, in un armonico “susseguirsi” di cime, valli e colline, immerse in un silenzio religioso, quasi irreale.

Grazie alla minuziosa conoscenza del territorio e ad un’esperienza più che decennale nel settore delle nostre guide ambientali escursionistiche, programmiamo tutti i giorni passeggiate e trekking di vario genere e difficoltà, alla scoperta di angoli segreti e misteriosi della Sardegna.

Proponiamo camminate di mezza giornata, di un’intera giornata, oppure di più giorni, anche con soste notturne in montagna, pernottando, quando è possibile, negli ovili dei pastori, o adoperando altrimenti, delle comode tende da campeggio.

I programmi possono essere mirati e concordati a seconda delle esigenze, studiando anche trekking a tema per gli appassionati di piante, fiori, animali, archeologia, fotografia naturalistica e quant’altro la montagna possa offrire secondo i suoi ritmi naturali. Agli amanti dell’avventura, invece, diamo la possibilità, con l’ausilio di corde, imbrachi e canottini, di attraversare canyon, gole o canaloni tra i più selvaggi e affascinanti d’ Europa. Inoltre, vista la posizione geografica del Supramonte e del Gennargentu, organizziamo passeggiate che partono dalle cime più alte della Sardegna e finiscono sul mare, dando l’opportunità a chiunque lo voglia, di vivere e ammirare la maestosità della montagna, ma anche di godere e rilassarsi nel turchese e cristallino mare della costa.

Non solo: con le soste negli ovili dei pastori, dove ancora vivono secondo regole antiche quanto il mondo, durante le nostre passeggiate, è possibile fermarsi in loro compagnia, per assistere alla mungitura del bestiame, alla lavorazione del formaggio e della ricotta, e alla preparazione dei loro prodotti, non dimenticando che nel mese di maggio e i primi giorni di giugno, è possibile assistere anche alla tosatura delle pecore.

Quindi, in ogni angolo della Sardegna e in ogni periodo dell’anno, offriamo tantissime soluzioni di svago, di incontro e di piacevole partecipazione, vivendo, in prima persona, le passioni e le emozioni di un popolo che ancora vanta canoni esistenziali che altrove sono spenti da tempo. Non tralasceremo però il vero fascino del trekking e delle belle camminate, in un mondo intatto, puro e naturale come il nostro, dove anche un po’ di fatica, a fine giornata, sarà immenso piacere.